Consigli per l’Interrail: Belgio la perla del centr’Europa.

Se quest’estate siete disposti a rinunciare al mare vi stra-consiglio di fruttare il vostro biglietti interrail per visitare uno dei paesi piú suggestivi ed allo stesso tempo meno conosciuti in Europa: il Belgio

Come detto il Belgio non è una meta turistica tra le piú rinomate ma é uno di quei paesi europei troppo spesso sottovalutati e che merita assolutamente di essere visitato.

Cittá come Bruges sono delle vere e proprie gemme oltre al fatto che per tutti coloro che amano la birra o cioccolato il Belgio è un vero e proprio paradiso.

Sto pensato ai molti di voi che vivendo in una cittá di mare non hanno grossi problemi quest’estate ad andare un po’ al fresco..

Insomma qui di seguito qualche consiglio per chi deciderá di fare l’interrail in Belgio e per tutti coloro che per una ragione o per l’altra viaggeranno in centr’Europa.

BELGIO

Solo due parole sulla storia di questo paese che durante il medioevo era una delle potenze commerciali d’Europa basti pensare che il porto di Anversa nel XIV secolo era probabilmente il principale porto commerciale del centr’Europa.

Il paese era all’epoca rinomato per l’industria manifatturiera, per la pittura, si pensa che proprio qui sia stata inventata la pittura ad olio, e per la produzione dei due piú rinomati prodotti locali: birra e cioccolato.

Il Belgio con il tempo, forse a causa delle continue dominazioni da quella austriaca a quella francese, non e riuscito a valorizzarsi come avrebbe dovuto ed è oggi uno dei paesi europei meno conosciuti ma sicuramente tra i piu belli da scoprire.

Una piccola introduzione storica era fondamentale anche perché a tutt’oggi visitando il Belgio farete un tuffo nella storia medioevale delle sue splendide cittá.

Io vi sconsiglio di non fermarvi a Brussels  ma di proseguire diretti verso le Fiandre cioé verso nord.

Nelle Fiandre due cittá che non potete assolutamente mancare sono: Anversa e Bruges

BRUGES

Situata ad un centinaio di chilometri a nord-ovest di Brussel, Bruges é sicuramente la cittá piú conosciuta e visitata delle Fiandre.

Ci sono parecchie ragioni per visitare questa splendida cittadina una delle principali sicuramente il fatto che Bruges conserva praticamente intatta l’architettura originale del XIII secolo.

Il centro di Bruges è una piccola gemma, una serie di edifici sugli argini del fiume Zwin che attraversa la cittá: uno scorcio da cartolina rimasto praticamente intatto nel ultimi 6 secoli.

Tra gli edifici piú suggestivi della cittá sicuramente la torre campanaria Belfort con le 47 campane dal tradizionale suono a carillon ed i suoi 81 metri d’altezza.

Se sarete fortunati potrete salire in cima alla torre Belfort e godere di una vita dall’alto di rara bellezza.

Camminando per il centro cittá vi consigliamo una sosta, magari per pranzo, a Huidenvetterplein una piazza molto carina con un’ampia scelta di ristoranti.

Se siete in vena di una camminata romantica potreste proseguire sul lungo fiume fino a raggiungere Minnewater (Lago dell’amore).

Se non sara troppo tardi di ritorno al vostro, ostello a Bruges potrete visitare il famoso museo del cioccolato.

Bruges, soprattutto in estate, è molto vivace e offre parecchie alternative per divertirsi ai molti turisti che la visitano.

Per gli amanti della buona birra é d’obbligo una visita al rinomato birrificio De Halve Mann dove potrete visitare la distilleria e seguire le varie fasi di produzione.

La varietá e soprattutto la qualitá della birra belga non ha eguali nel mondo ed incluso nel prezzo del biglietto d’entrata alla distilleria avrete accesso ad un’ampia degustazione.

Sempre i tema birra se volete tralasciare la visitata alla distillerie per buttarvi subito sul prodotto finito vi consigliamo la famosa birreria De Garre che serve 300 tipi di birra diferente!!!

Se la avrete ancora energia per proseguire la serata potrete andare a ballare nei due club di Bruges piú rinomati: Cinema Lumiere e Cactus Bar.

ANVERSA

Spostandovi un centinaio di chilometri da Bruges verso nord-est fermatevi assolutamente ad Anversa.

Come detto Anversa era nel medioevo il principale porto commerciale di tutto il centr’Europa.

Oggi è la seconda cittá piú grande del paese e rispetto a Brussels 100 volte piú vivace e piena di giovani.

La cittá non ha perso la sua la sua vocazione commerciale ma ha decisamente mantenuto il suo dinamismo soprattutto il suo dinamismo.

Forse grazie alla presenza del porto si respira un’aria molto internazionale e non faticherete per esempio a trovare ristoranti dove poter provare la cucina dei piú svariati paesi.

Soprattutto in estate e soprattutto durante le feste ed i week-end Anversa è piena di giovani turisti e locali che prendono letteralmente d’assalto i pub.

Anversa è la cittá giusta per fare un pub crawl ovvero un giro dei pub, in cittá ce ne sono circa 4000!!

Cosa importante, il vostro ostello ad Anversa sará sicuramente in centro perció non dovrete guidare la macchina dopo aver bevuto qualche bicchiere di birra.

Il centro cittá, dove sono concentrati la maggior parte dei pub, è un vero e proprio museo a cielo aperto, camminerete tra splendidi edifici in stile barocco del ‘600; anche se non siete appassionati di architettura rimarrete affascinati.

L’industria del diamante è diventata negli ultimi due secoli la principale della cittá

Il giorno dopo il pub crawl, non di prima mattina si intende, vi consiglio di andare a visitare il museo del diamante; se siete con la fidanzata e “in odore” di fidanzamento ufficiale non è forse consigliatissimo onde evitare di illusioni.

Direi che 3-4 giorni ad Anversa sono il tempo giusto.

Un interrail in Belgio é sicuramente una valida alternativa al mare senza rinunciare al divertimento.

Come di consueto ringraziamo per le foto: Rick Payette, Davide, Jim, indigomoonshine and Bertbeckers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × tre =